Giulio Berruti | Giulio Berruti Official©

martedì 4 ottobre 2016

Squadra Antimafia 8 - Il Ritorno del boss, Puntata 30 settembre 2016 | Diretta | Riassunto TVBLOG

 
4° appuntamento con la fiction di Canale 5 “Squadra antimafia – Il ritorno del boss“, giunta ormai alla sua ottava edizione, con una nuova squadra della Duomo quest’anno alle prese con un nuovo inquietante antagonista tornato dal passato.
 Ecco cosa è successo nel corso della quarta puntata. La Duomo riesce a sgominare la cosca dei Marchese, arrestando il leader Tindaro. Per la Cantalupo (Daniela Marra) è un primo successo importante, che fa placare i dubbi sulla sua capacità di guidare la squadra. Ma Settembrini (Davide Iacopini) è preoccupato ed irrequito, poichè teme che Tindaro possa fare il suo nome. Noi sappiamo che diero la cattura dei Marchese c’è lo zampino di Reitani (Ennio Fantastichini), evidentemente mal intenzionato a consumare con loro l’affare dell’uranio. De Silva (Paolo Pierobon), intanto, è tenuto prigioniero da Milla, che gli ha impiantato un rilevatore nel petto: se farà qualche mossa falsa, rilascerà delle gocce di cianuro nel suo corpo. De Silva viene poi incaricato di trovare i latitanti dei Marchese, poichè Milla dice di lavorare per un uomo che è interessato all’uranio dei Marchese. Ma questi, in crisi, vorrebbero concludere l’affare con Reitani al più presto. Nel frattempo la Bertinelli (Silvia D'Amico) continua ad indagare sul denaro di Rosy Abate (Giulia Michelini), e scopre che il conto australiano sul quale era stato dirottato parte del denaro è stato chiuso. Nigro (Giulio Berruti), invece, raggiunge Patrizia (Caterina Shulha) affinchè accetti il suo aiuto. Lei continua a mostrarsi scostante nei suoi riguardi, poi però cede e i due finiscono per fare l’amore. Nigro la esorta a collaborare con lui affinchè possano incastrare Reitani.  De Silva e Milla piazzano una serie di esplosivi alla Duomo e riescono a portare via Tindaro, con l’intento di torturarlo per estorcergli informazioni. Anna va su tutte le furie. Torrisi (Fabio Troiano) e Rachele (Francesca Valtorta), invece, continuano ad indagare per scoprire chi sia l’uomo che si occupava degli affari di Tindaro. Quando scoprono che Tindaro è stato catturato da De Silva e Milla, si recano al loro nascondiglio. Ma anche i Corda e la squadra della Duomo fanno lo stesso. Tindaro muore per mano di Rachele, mentre De Silva e Milla riescono a scappare. Reitani, intanto, continua a pensare al suo passato e a quella donna che è identica a Patrizia. Lei, invece, gli mente per incontrare Nigro in un hotel e fare nuovamente l’amore con lui. Una buona notizia per Sciuto (Dino Abbrescia) però c’è: dopo la sua ultima visita medica, infatti, viene a sapere che potrà tornare a camminare. I Corda, grazie all’aiuto di Rachele, scoprono che dietro l’affare dell’uranio c’è Reitani, pertanto si mettono sulle tracce dell’uomo. Anna, invece, comincia ad essere sospettosa nei confronti di Settembrini e lo pedina. Questi si reca da Reitani con l’intento di arrestarlo. Anna chiama i rinforzi ed entra di nascosto dentro la villa di Reitani per osservare Settembrini. In quel momento, però, arrivano anche i Corda, che si schierano con Reitani: Settembrini è costretto a riporre a terra la sua arma. Rachele, invece, sorprende Anna alle spalle e le punta contro una pistola…











Fonti Articoli e Riassunti 

Tutti i numeri del Blog

counter online dal 07/01/2010
free counters